logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Città di Thiene

Provincia Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

P.A.E.S. Piano Azione Energia Sostenibile

PIANO D'AZIONE PER L'ENERGIA SOSTENIBILE DELLA CITTA' DI THIENE

COLLEGAMENTO AL SITO EUROPEO DEL PATTO DEI SINDACI

 

Un Piano d’Azione dell’Energia Sostenibile (PAES) o (Sustainable Enery Action Plan SEAP) - è un documento che mostra come il Comune giungerà all’obiettivo di riduzione di CO2 entro l’anno 2020. In esso vengono definite le attività e le misure atte al raggiungimento degli obiettivi, i tempi e le responsabilità assegnate. Ogni firmatario può scegliere come configurare il proprio piano d’azione purché esso sia in linea con i principi generali dettagliati nelle istruzioni e nelle linee guida per la redazione dei PAES/SEAP.

Il Patto dei Sindaci è il principale movimento Europeo che vede coinvolte le autorità locali e regionali impegnate ad aumentare l'efficienza energetica e l'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei loro territori.
Attraverso il loro impegno i firmatari del Patto intendono raggiungere e superare l'obiettivo europeo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.
Per le sue singolari caratteristiche, essendo l'unico movimento di questo genere a mobilizzare gli attori locali e regionali ai fini del perseguimento degli obiettivi europei, il Patto dei Sindaci è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governance multilivello.
Al fine di tradurre il loro impegno politico in misure e progetto concreti, i firmatari del Patto s'impegnano a preparare un inventario di Base delle Emissioni e a presentare entro l'anno successivo alla firma, un Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES) in cui sono delineate le azioni principali che si intendono avviare. L'Inventario di Base delle Emissioni è la quantificazione di Co2 rilasciata per effetto del consumo energetico nel territorio comunale firmatario del Patto, durante l'anno di riferimento. Esso identifica le principali fonti di emissione di CO2 e i rispettivi potenziali di riduzione.

Il Comune di Thiene
ha aderito al patto dei Sindaci con deliberazione di Consiglio Comunale n. 327 del 20 dicembre 2011 e ha approvato il proprio PAES Piano di Azione per l'Energia Sostenibile con delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 25 Giugno 2013.

Ha già installato su due scuole e un asilo nido pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
Presso le scuole A. Talin e C. Collodi sono installati due impianti con produzione di 31,28 Kwp e presso l’Asilo Nido Aquilone un impianto con produzione di 6 Kwp.
Attualmente è in fase di preparazione un bando per l’installazione di un impianto fotovoltaico sopra il fabbricato che ospita i Magazzini Comunali di Via Corner.
La Società AVS ha installato sopra il fabbricato di proprietà comunale di via S. G Bosco un impianto fotovoltaico.

@@@@@@@

Il Piano di Azione per l'energia Sostenibile (PAES) è il documento chiave con cui ogni firmatario del Patto dei Sindaci delinea in che modo intende raggiungere l'obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020 nel territorio di sua competenza. Definisce le attività e gli obiettivi, valuta i tempi e le responsabilità assegnate. I firmatari del Patto sono liberi di scegliere il formato del proprio PAES, a condizione che questo sia in linea con i principi enunciati nelle linee guida del PAES.

I firmatari del Patto realizzeranno azioni in molti o in tutti i loro possibili ruoli attraverso azioni di energia efficiente e di energia rinnovabile:

  • le autorità locali sono di solito responsabili per il proprio consumo di energia e giocano un ruolo d’esempio incoraggiando i cittadini e gli altri stakeholders ad usare più efficacemente l’energia;
  • le autorità locali sono responsabili per le politiche di costruzione trasporto e pianificazione territoriale, esse hanno il potere di ottimizzare il consumo di energia nelle nuove realizzazioni e di integrare le strategie di prevenzione e di traffico nella pianificazione di sviluppo;
  • le autorità locali promuovono la produzione di energia locale o di fonti alternative, sia in forma di consulenza che di educazione per cittadini e altri stakeholders (progettisti, artigiani ecc);

Il PAES prende in considerazioni vari settori/campi di azione fra i quali:

  • gli edifici (sia di nuova realizzazione che le ristrutturazioni);
  • le infrastrutture municipali (calore e pubblica illuminazione);
  • trasporto urbano e mobilità;
  • industria e imprese;
  • pianificazione territoriale;
  • approvvigionamento di prodotti energetici efficienti e servizi;

ADESIONE AL PATTO DEI SINDACI

Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa della Commissione Europa che ha come diretti destinatari le autorità locali e i loro cittadini al fine d’incrementare la riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2020, Esso nasce nel 2008 per coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale.
I firmatari del Patto dei Sindaci s’impegnano a ridurre le emissioni di CO2 più del 20% entro il 2020 attraverso azioni di energia efficiente e di energia rinnovabile.
I Comuni pertanto s’impegnano a:

  • preparare un Inventario delle Emissioni (BEI Baseline Emission Inventory); L'inventario delle emissioni di base quantifica l'ammontare di CO2 emesse a causa di consumo di energia nel territorio del firmatario del Patto, permette di identificare le fonti principali delle emissioni di CO2 e le loro possibili riduzioni.
  • predisporre, entro l’anno successivo all’adesione al Patto dei Sindaci, un Piano d’Azione dell’Energia Sostenibile (SEAP), da approvarsi in Consiglio Comunale, che delinei le misure e le politiche che verranno sviluppate per realizzare tali obiettivi;
  • pubblicare regolarmente ogni 2 anni dalla predisposizione del SEAP un report di attuazione che indichi il grado di avanzamento della realizzazione dei programmi e i risultati provvisori raggiunti;
  • promuovere la propria attività e coinvolgere i cittadini mediante l’organizzazione e la realizzazione di giornate dell’energia locale;
  • diffondere e incoraggiare le altre autorità locali ad aderirvi mediante la realizzazione di eventi;

I firmatari del Patto tramite la creazione dell’Ufficio Patto dei Sindaci (creato dalla Commissione Europea) ricevono orientamenti tecnici e suggerimenti per assistere i lavori del Patto dei Sindaci, così come per monitorare la realizzazione dei lavori e dei risultati. Inoltre la Commissione Europea ha commissionato la creazione di aiuti finanziari e appoggio politico a livello di Unione Europea. Fondi Europei del valore di 15 milioni di euro saranno a disposizione delle città del Patto attraverso l’ufficio assistenza tecnica della Banca Europea degli investimenti. L’Ufficio offrirà appoggio finanziario per lo sviluppo degli investimenti comunali o dei programmi riguardanti i Piani di Azione dell’energia Sostenibile.

L’Adesione al Patto dei Sindaci avviene mediante delibera da approvarsi in sede Consiliare, una volta formalizzata l’adesione va informata la Commissione Europea inviando una comunicazione all’indirizzo dell’Ufficio del Patto dei Sindaci, mediante un apposito allegato. L’adesione è completamente gratuita ed è un impegno volontario che si assume l’Ente.
La cerimonia di adesione al Patto dei Sindaci ha luogo annualmente con tutti i Sindaci e offre un’opportunità di visibilità e una sottoscrizione pubblica.

L’adesione al patto dei Sindaci impegna il Comune a:

  • ridurre le emissioni di CO2 in città di oltre il 20% attraverso l’attuazione di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile;
  • preparare un inventario base delle emissioni entro un anno dalla formale ratifica al Patto dei Sindaci;
  • presentare un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile entro un anno dalla formale ratifica al Patto dei Sindaci;
  • adattare le strutture della città, incluso l’allocazione di adeguato personale, alfine di perseguire le azioni necessarie;
  • mobilitare la società civile alfine di sviluppare assieme a loro il Piano di Azione che indichi le politiche e misure da attuare per raggiungere gli obiettivi del Piano stesso. Il Piano di Azione dovrà essere presentato al Segretariato del Patto dei Sindaci entro un anno dalla ratifica del Patto stesso;
  • presentare su base annuale un Rapporto sull’attuazione ai fini di una valutazione, includendole attività di monitoraggio e verifica;
  • condividere le esperienze e conoscenze con gli aderenti e le altre unità territoriali;
  • organizzare, in cooperazione con la Commissione Europea ed altri attori interessati, eventi specifici (giornate dell’Energia, Giornate dedicate alle città che hanno aderito al Patto) alfine di permettere ai cittadini di entrare in contatto diretto con le opportunità e i vantaggi offerti da un uso intelligente dell’energia e d’informare i media locali sugli sviluppi del Piano di Azione;
  • partecipare attivamente alla Conferenza annuale UE dei Sindaci per un’Energia Sostenibile in Europa;
  • diffondere il messaggio del Patto nelle sedi più appropriate e, in particolare, incoraggi gli altri Sindaci ad aderire al Patto;
  • accettare l’ESCLUSIONE dal Patto dei Sindaci (notificata per iscritto dal Segretariato del Patto dei Sindaci) in caso di:
  1. mancata presentazione del Piano di Azione sull’Energia Sostenibile nei tempi previsti;
  2. manchi il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni come indicato nel Piano di Azione a causa della mancata e/o insufficiente attuazione del Piano di Azione stesso;
  3. mancata presentazione, per due periodi consecutivi, del rapporto biennale;


Ulteriori informazioni su

www.pattodeisindaci.eu
www.pattodeisindaci.upinet.it
www.eumayors.eu

 


Piazza A. Ferrarin, 1
P. Iva IT 00170360242
info@comune.thiene.vi.it PEC: thiene.comune@pec.altovicentino.it - Centralino Tel. 0445.804911