logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

News

Successo di pubblico per la mostra sulla tratta ferroviaria Vicenza Schio, tra nostalgie passate e progetti futuri


Con la fine di settembre si conclusa la mostra dedicata alla linea ferroviaria Vicenza Schio e diramazioni, che l'associazione Fermodellisti Alto Vicentino ha organizzato per celebrare il trentesimo anniversario della sua nascita. L'associazione raduna gli appassionati del trasporto su rotaia, sia reale che modello, e che vanta a Schio uno dei plastici ferroviari più grandi d'Italia. La mostra è stata a buon titolo inserita anche nella programmazione degli eventi dedicati al bicentenario dalla nascita di Alessandro Rossi e sostenuta dal Comune di Schio che ha collaborato alla sua realizzazione. Gli spazi dell'ex Lanificio Conte hanno dunque ospitato un'apprezzatissima mostra fotografica con documenti inediti di storia ferroviaria inerenti la Linea Vicenza-Schio: presentando oltre trecento foto, il curatore Roberto Sperotto, ne ha fatto conoscere la storia dall’origine ai giorni nostri con una particolare attenzione agli ampliamenti necessari nel periodo della grande guerra. Ampio spazio di immagini e documenti è stato riservato anche alle diramazioni della linea ferroviaria da Schio per Torrebelvicino, Arsiero ed Asiago, come per i Servizi Automobilistici Scledensi con capolinea la stazione ferroviaria di Schio ed i convogli merci carichi di mietitrebbie della Laverda in partenza dalla stazione di Thiene o di Cavazzale.

Tanti sono stati gli appassionati arrivati per visitare la mostra: cultori di storia, direttori di musei storici del Veneto, stampa, ma anche centinaia di cittadini che hanno firmato il proprio apprezzamento e consenso nel quaderno dei visitatori. Alcuni da Padova, Verona e Mestre utilizzando il treno per la vicinanza del lanificio Conte alla stazione ferroviaria di Schio. Nel registro delle presenze figurano visitatori provenienti da Bressanone, Vigevano, Trieste, Salorno, Bolzano e dalla Gran Bretagna. La possibilità di gustare le foto stereoscopiche di fine ottocento ed inizio novecento, con apposito visore, ha incuriosito e catturato l’attenzione di tutti anche per le accurate indicazioni di Umberto Echerle.

La mostra è stata aperta per tre fine settimana consecutivi e in quello centrale si inserita anche una mostra-scambio di modelli libri e oggettistica ferroviaria che ha attirato appassionati da ogni parte del Veneto.


Data ultimo aggiornamento: 09/10/2019
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo